Crostata con crema di fichi

Crostata con crema di fichi

sabato 18 settembre 2010

Torta al cioccolato


Come per molti, il cioccolato per me è una vera e propria dipendenza. Al latte, fondente, bianco, in tavoletta e in crema...in qualsiasi forma, colore e sapore rimane sempre il mio cibo preferito. Nelle mie intense e stressanti giornate lavorative ricorro spesso ad un "quadrotto" di cioccolato per regalarmi un istante di piacere, una piccola coccola, un brivido di piacere.


La torta di cui vi parlo è molto semplice e anche molto gustosa. Potete servirla semplice o accompagnata da panna montata o da una crema ganache al cioccolato.
Se vi piacciono le spezie potete usare una tavoletta di cioccolato aromatizzata alla cannella ed aggiungere anche un cucchiaino raso di cannella in polvere all'impasto.
Un'altra variante sfiziosa la potete ottenere utilizzando cioccolato aromatizzato all'arancia ed aggiungendo all'impasto anche la scorza grattugiata di mezza arancia. Cominciamo...e mi raccomando...è vietato leccare la ciotola con l'impasto!!!

Ingredienti

  • 250 gr di burro a temperatura ambiente
  • 250 gr di fecola di patate
  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 300 gr di zucchero
  • 6 uova
  • 1/2 bustina di lievito
Usando un coltello ed una tavoletta di legno, riducete il cioccolato a scaglie. Scioglietelo a bagnomaria (potete usare anche il microonde, ma dovete stare attenti a non bruciarlo!!) e lasciatelo da parte a raffreddarsi.

Separate i tuorli dagli albumi e montante questi ultimi a neve ben ferma dopo aver aggiunto un pizzico si sale.

In una ciotola lavorate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa e senza grumi. A questo punto aggiungete i tuorli uno per volta senza aggiungere il successivo prima che il precedente si sia completamente amalgamato.

Aggiungete la fecola di patate ed il lievito.

Aggiungete anche le chiare montate a neve mescolando con una frusta a mano. Ricordatevi di mescolare con movimenti dall'alto verso il basso e non circolari.

Versate il composto in uno stampo imburrato ed infarinato ed infornate a forno caldo a 180° per 50 minuti.

lunedì 6 settembre 2010

Peperoni ripieni di tonno e capperi

Ho imparato a mangiare i peperoni solo un paio di anni fa, ma adesso sono una droga a cui non riesco a rinunciare. Grigliati, in padella con le patate, con il pollo, in salsa...insomma si possono usare in tanti modi diversi.
Quella che vi propongo è una ricetta semplice da preparare per un pranzo veloce o addirittura un picnic perché i peperoni si servono freddi con una ricca manciata di foglie di basilico.


INGREDIENTI


  • 4 peperoni di Carmagnola (sono quelli che sembrano dei pomodori)
  • 195 gr di tonno sgocciolato
  • 2 uova
  • 1 acciuga
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • capperi sotto sale

Sgocciolate molto bene il tonno e sminuzzatelo con la forchetta.
Sminuzzate l'acciuga ed i capperi ed aggiungeteli all'impasto.
Aggiungete il parmigiano, il pangrattato e le uova.
Tagliate la calotta ai peperoni e svuotateli dei semini e della membrana.
Riempite i peperoni con il composto a base di tonno.
Ungete una teglia e adagiate i 4 peperoni. Condite con un filo di olio.
Cuocete a forno caldo a 180° per 50 minuti o comunque fino a che il peperone si ammorbidisce e la pelle si stacca con semplicità.
Buon appetito!

domenica 5 settembre 2010

Crostata con crema di fichi

Il Fico è indubbiamente il mio frutto estivo preferito; ne sono così goloso che a volte ne mangio fino a sentirmi male (nel senso letterale del termine...a volte devo correre in bagno masticando l'ultimo boccone di questa dolce goccia di paradiso, ma ne vale sempre la pena!!).
Quest'estate ho passato parte delle mie vacanze in Puglia dove gli alberi di fichi la fanno da padrone insieme agli ulivi secolari.
Uno dei ricordi più belli del mio viaggio è legato proprio al profumo dei fichi e alla città di Otranto.
Camminando lungo un passaggio a picco sul mare con la mia Dolce Metà improvvisamente sono stato colto dalla leggera brezza marina che, soffiando attraverso degli alberi arrampicati sul muro, mi arrivava profumata di fico.
Il Verde delle foglie di fico e il turchese del mare ve li posso mostrare con una foto...la gioia di condividere tutto questo con la persona che amo la potete solo immaginare.

Bando alle ciance...
La ricetta che segue esalta il sapore zuccherino dei fichi inserendoli come ingrediente principale sia nella crema che riempie il guscio di pasta frolla che nella copertura decorativa.

INGREDIENTI


  • 300 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 1 uovo e 2 tuorli
  • 180 gr di zucchero
  • 650 gr di fichi
  • un limone non trattato
  • 1 dl di latte 
  • 50 gr di farina di riso
  • 2 cucchiai di confettura di fichi
  • 1 pizzico di sale
  • burro per ungere la teglia
Frullate la farina nel mixer (usate le lame di metallo e non quelle di plastica e, se avete tempo, mettetele in frigo per 30 minuti ca prima di cominciare a lavorare) con il burro freddo a dadini, 80 gr di zucchero e il sale fino a formare grosse briciole. Unite i tuorli e l'uovo intero e continuate a frullare fino ad ottenere una palla. Avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare in frigo per almeno un'ora. Se volete preparare la pastafrolla a mano, ricordate di lavorarla molto velocemente e con le mani fredde (mettete le mani sotto l'acqua fredda corrente ogni tanto per raffreddarle). Ovviamente potete anche usare la pastafrolla surgelata.


Sbucciate 350 gr di fichi e frullate la polpa ottenuta (250 gr circa) con il latte, la scorza di limone grattugiata, lo zucchero rimasto (100 gr) e la farina di riso. Cuocete la crema a fuoco dolce per circa 5/10 minuti e fatela raffreddare mescolandola di tanto in tanto per evitare che si formi una pellicola in superficie. Cercate di ottenere una crema molto densa (quasi budinosa), in questo modo quando taglierete la crostata a fette, eviterete che la crema scivoli via dai lati.


Stendete la pasta un uno stampo da crostata con base amovibile di 20 cm imburrato (non necessario se lo stampo è in materiale antiaderente). Punzecchiate il fondo della crostata con i rebbi di una forchetta e copritelo con un pezzo di carta da forno bagnata e strizzata. Riempite la forma di frolla con fagioli secchi o con i fagioli di ceramica (si trovano nei negozi di cucina specializzati e sono molto utili. una volta usati si lavano e si possono riutilizzare). Infornate e cuocete a forno caldo (180°) per 20 minuti. Eliminate fagioli e carta da forno e cuocete altri 5 minuti. Lasciate raffreddare il guscio.


Assemblate la crostata versando la crema nel guscio di pastafrolla (mi raccomando tutti gli elementi del dolce siano a temperatura ambiente). Decorate con i fichi rimasti (lasciate i più belli senza ammaccature sulla buccia) lavati ed affettati. Infine spennellate la superficie del dolce con la confettura scaldata a fiamma bassa (se vi piace potete aggiungere 2 cucchiai di Porto Bianco).

Non sarà l'ennesimo blog di cucina???

E' molto probabile che questa sia la domanda che gira per la testa di coloro che leggeranno questo blog (spero che siano più di 2 o 3 persone!!!).
L'idea mi è venuta vedendo Julie & Julia, un film del 2009 scritto e diretto da Nora Ephron con Amy Adams e Meryl Streep, tratto dai libri Julie & Julia. 365 giorni, 524 ricette, una piccola cucina di Julie Powell e My Life in France di Julia Child e Alex Prud'homme.
Il film, GRANDIOSO a mio avviso, racconta le vite parallele di due donne legate da un libro di cucina.
Nel film Julie, la donna che vive nei giorni nostri, tiene un blog in cui si pone come obiettivo quello di preparare in un anno le 524 ricette del libro di cucina scritto dal Julia Child negli anni cinquanta (per trama completa vd. http://it.wikipedia.org/wiki/Julie_&_Julia).
Vedendo il film mi sono detto: "magari non sarò Julia Child, ma amo cucinare e vorrei condividere il miei piccoli capolavori con tutti gli altri appassionati di cucina presenti sul web".
Ed eccomi qui...
Non aspettatevi di trovare in questo sito la ricetta della bourguignonne, della zuppa di cipolle o dell'anatra all'arancia.
Le mie ricette derivano in gran parte dagli insegnamenti della mia mitica mamma che mi ha avvicinato ai fornelli fin da piccolo nonostante fossi un maschietto...il risultato: io cucino meglio di mia sorella!!!
Altre le ho ricevute in regalo da amici e dalla mia ex suocera (e sono tutto ciò che mi rimane di una storia durata 10 anni visto che la mia ex "dolce metà" ha deciso di non rivolgermi più la parola da quando ho deciso di chiudere la nostra relazione che ormai non ci stava portando più da nessuna parte! Comunque non preoccupatevi, oggi ho accanto a me una persona speciale che mi rende felice ed apprezza molto la mia cucina...anche troppo!!!), altra ancora le ho prese da riviste e libri di cucina adattandole al mio gusto personale (nei dolci preferisco usare l'olio al posto del burro quando posso). 
Sono sicuro che le mie ricette, semplici e di facile realizzazione, potranno rendere speciale una cena con gli amici, la festa di compleanno di una persona a voi cara ma anche una giornata qualsiasi.
Vogliamo cominciare??
Primo ingrediente....tanto AMORE